Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Deroghe per il riscaldamento COMUNE DI PARMA

Parma, 3 maggio 2017. L'assessorato all'ambiente, a seguito del persistere di basse temperature ed in relazione alle previsioni meteo dei prossimi giorni, ha previsto la deroga per quanto concerne l'accensione degli impianti di riscaldamento fino al prossimo 8 maggio [ leggi ]

Presentazione attivita' ATES

21 aprile 2017 - Presentazione del ruolo dell’Agenzia Territoriale per l’Energia e la Sostenibilita' di Parma [ leggi ]

Adempimenti ed attenzioni sul nuovo libretto d'impianto termico

Ates Parma ricorda che dal 15 ottobre 2014 le ditte di manutenzione, in occasione del primo intervento utile di controllo sull’impianto, dovranno mettere a disposizione dei propri clienti il nuovo libretto di climatizzazione [ leggi ]

Nuovo libretto impianto termico regionale

13 ottobre 2014 - La Regione ha approvato i nuovi formati regionali di riferimento per il libretto di impianto ed i rapporti di controllo di efficienza energetica [ leggi ]

Chiarimento nuovo Decreto impianti termici (DPR 74/13)

6 novembre 2013 - chiarimento sul Decreto n.74/2013 sugli impianti termici da poco emanato [ leggi ]

Orari sportello ATES Parma

Gli orari dello sportello di ATES aperto al pubblico, sono dal lunedì al giovedì dalle ore 9,00 alle 12,00 [ leggi ]

GLOSSARIO Calore Pulito

  

 

 

Sono state date delle definizioni utili per capire i soggetti attivi nella progetto Calore Pulito, la modulistica e i documenti  necessari per adempiere agli obblighi di legge:


    • Certificato di Conformità: Il D.M 37/08 (ex Legge 46/90) stabilisce le regole in materia di sicurezza degli impianti ed ha quindi stabilito che, tutti gli impianti installati dopo il 5/03/1990, venissero eseguiti a regola d'arte e con materiali idonei. Aquesto scopo viene rilasciata una dichiarazione di conformità. E' obbligatoria in seguito all'installazione di nuovi impianti e per lavori di modifica, trasformazione ed in generale di ristrutturazione dell'impianto ed è obbligatoria per gli impianti installati dopo il 13/03/1990
    • Responsabile di impianto: il proprietario dell’abitazione, il locatario, l’amministratore di condominio o un terzo responsabile delegato.
    • Terzo responsabile dell’impianto termico: la persona fisica o giuridica che, essendo in possesso dei requisiti previsti dalle normative vigenti e comunque in possesso di idonea capacità tecnica, economica, organizzativa, è delegata dal proprietario ad assumere la responsabilità dell’esercizio, della manutenzione e dell’adozione delle misure necessarie al contenimento dei consumi energetici e alla salvaguardia ambientale.
    • Manutentore accreditato: è prevista la firma di un protocollo di intesa fra ATES Parma e le Associazioni di Categoria delle ditte di manutenzione degli impianti termici e dei consumatori, la firma dovrà portare ad un tariffario di riferimento per le prestazioni erogate condiviso ed alla gestione del Bollino Blu e dell’intero ter amministrativo da parte delle ditte di manutenzione firmatarie. Questi ultimi saranno iscritti e quindi facilmente rintracciabili in un elenco pubblico. Il responsabile di impianto potrà scegliere di incaricare un manutentore non convenzionato però l’accreditamento permette maggiore garanzie per il cittadino.
    • Impianto Termico: Sono gli impianti termici destinati alla climatizzazione degli ambienti con o senza produzione di acqua calda sanitaria o dedicati alla sola produzione centralizzata di acqua calda per gli stessi usi con P≥15 kW, comprendenti i sistemi di produzione, distribuzione e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e di controllo
    • Impianto TIPO B, a focolare aperto (il prelievo dell'aria comburente avviene nel locale d'installazione e lo scarico dei prodotti della combustione avviene all'esterno  del locale dove sono installati. Possono appartenere a questo tipo, apparecchi quali: caldaie, scaldabagni istantanei e ad accumulo, stufe...)
    • Impianto TIPO C, a camera stagna (il prelievo dell'aria comburente e lo scarico dei prodotti della combustione avvengono direttamente all'esterno del locale. Possono appartenere a questo tipo, apparecchi quali: caldaie, scaldabagni istantanei e ad accumulo, stufe...)
    • Ispettore: professionisti qualificati attaverso la frequentazione ed superamento del corso per ispettori impianti termici dell’ENEA . L’ispettore dovrà verificare lo stato di esercizio e di manutenzione dell’ impianto termico attraverso un controllo documentale e una prova strumentale, ma potrà anche offrire una mini consulenza energetica sul come fare efficienza energetica sull’intera abitazione e sull’impianto. L’ispettore non sostituisce il manutentore.
    • Bollino Calore Pulito: contrassegno Regionale con validità biennale che autocertifica l’avvenuta manutenzione e contestuale verifica di combustione, che permette la gratuità delle ispezioni da parte di ATES Parma.
    • Rapporto di Controllo: documento redatto in triplice copia dal Manutentore di fiducia della  caldaia , in cui vengono segnati i risultati della manutenzione, firmato dallo stesso e per presa visione dal responsabile di impianto. Una copia rimane al manutentore, una al responsabile d'impianto e la rimanente inviata ad ATES Parma.
    • Libretto di impianto: "carta di identità" dell'impianto: riporta tutti i dati relativi all'installatore, l'utilizzatore, il manutentore o l'eventuale responsabile di gestione. Il tecnico deve di volta in volta trascrivere i dati rilevati per ogni verifica effettuata.