Chiusura uffici

Gli uffici resteranno chiusi dal giorno 23 dicembre 2017 al giorno 1 gennaio 2018 [ leggi ]

La Regione impone limitazione per il riscaldamento e la biomassa

La Regione ha stabilito misure restrittive per il riscaldamento degli ambienti e l'utilizzo di generatori di calore a biomassa. Le limitazioni sono state approvate nell'ambito del nuovo Piano d'Aria [ leggi ]

Dall'ENEA 10 consigli per unire comfort e risparmio

19 Ottobre 2017 - L'ENEA ha pubblicato un decalogo di consigli per unire confort e risparmio energetico.  [ leggi ]

E' possibile riaccendere i riscaldamenti a Parma

18 ottobre 2017 - Ordinanza del sindaco: riaccensione facoltativa dei termosifoni fra le 5 e le 23, per un massimo di 7 ore  [ leggi ]

Bando Diagnosi Energetiche per PMI

22 ottobre 2017 - La Regione Emilia Romagna finanzia al 100% le diagnosi energetiche sulle PMI [ leggi ]

Presentazione attivita' ATES

21 aprile 2017 - Presentazione del ruolo dell’Agenzia Territoriale per l’Energia e la Sostenibilita' di Parma [ leggi ]

VALIDAZIONE POST-INTERVENTO


Alla conclusione dei lavori il proprietario è tenuto a consegnare ad ATES la documentazione necessaria per consentire la validazione dei costi sostenuti.
La validazione finale sarà effettuata sulla base dei seguenti documenti:


  • Computo metrico estimativo post-intervento

Verrà controllata la corrispondenza del computo metrico estimativo post intervento (conto finale), con quello presentato per la richiesta di prestito. Il conto finale dovrà contemplare le medesime voci ed i medesimi costi contenuti nel computo consegnato nella prima fase. Eventuali variazioni di lavorazioni, senza aumento di costo, andranno giustificate per essere ritenute ammissibili.

Si specifica che l’importo previsto dalla deliberazione di concessione del prestito non potrà essere modificato in aumento.

L’eventuale eccedenza tra importo deliberato ed importo effettivamente speso non andrà ad aumentare l’ammontare del prestito.


  • Fatture dei lavori

Verrà valutato che nelle fatture dei lavori realizzati, siano indicati tutte le spese ammissibili dal progetto e controllerà che l’importo totale delle fatture sia congruo all’importo totale del computo metrico post –intervento.



Il modulo dovrà contenere i valori di efficienza energetica indicati nell’allegato di sintesi ante-intervento e quello post-intervento e dovrà attestare la rispondenza con i requisiti minimi di prestazione energetica stabiliti dalla norma per la concessione della Detrazione fiscale del 65%.

Nel caso di pannelli fotovoltaici, dovrà essere dichiarata la rispondenza ai parametri previsti dalle norme CEI EN di riferimento.


  • Immagini dell’intervento (almeno 5)

ATES Parma riceve e allega agli atti la documentazione fotografica, minimo 5 immagini, relative all’intervento di efficienza energetica realizzato.

 

 

ATES conserverà la documentazione fino alla liquidazione del prestito da parte dell’Istituto di Credito. Una volta terminata la procedura, la documentazione, vistata da ATES, verrà inviata alla Banca.

ATES Parma redige, a conclusione dell’iter di valutazione, una dichiarazione, dove accerta a consuntivo il rispetto dei parametri tecnico-economici previsti.